Back Consulenza organizzazione impresa smart working

Coronavirus: lo smart working accompagna la Fase 2

Il distanziamento attraverso la tecnologia

Ugo Marrone

Postato il: 06-May-2020

La Fase 1 non ci ha dato altra possibilità che l’utilizzo di ogni mezzo per continuare i nostri contatti, continuare a lavorare e mantenere una vita sociale.

 

Spesso il cambiamento è guidato e si attua con gradualità.

 

Alcune volte un improvviso salto tecnologico cambia le nostre abitudini di vita. Pensiamo ai cellulari, ad internet, agli smartphone.

 

Nel periodo di lockdown siamo stati forzati dalla situazione di fatto a percorrere improvvisamente la strada dello smart working che ha rivelato molti punti di forza e che, per molti aspetti, sarà utile considerare anche per la Fase 2.

 

Il lavoro agile (o smart working) è regolato dalla Legge 81/2017 in 6 chiari articoli (18 -23) che agevolano ulteriormente l’utilizzo del “telelavoro” che già era regolato in Italia dall’accordo interconfederale del 9 giugno 2004.

 

Prima del lockdown lo smart working ha avuto una lenta diffusione, ma per una strana combinazione sia la normativa, sia i mezzi tecnologici (reti e PC), sono stati pronti e disponibili ad inizio marzo, nel momento del bisogno e sono stati prontamente sdoganati dai regolamenti di emergenza Covid-19.

 

Anche interi settori pubblici, come la Scuola, hanno abbracciato senza esitazioni il lavoro da casa con alunni e colleghi.

 

I professori, la nostra anziana classe docente, molto meno pronta all’utilizzo degli strumenti elettronici rispetto al settore privato, ha sperimentato positivamente le nuove modalità di lezione.

 

Nella Fase 2 dovremo affrontare, soprattutto nei grandi centri urbani, 2 problemi essenziali: il distanziamento sociale e la mobilità.

 

Le nostre imprese dovranno affrontare nuove limitazioni per gli ambienti di lavoro e maggiore flessibilità per evitare addensamenti del traffico in orari di punta.

 

Lo smart working intercetta molte esigenze di flessibilità sia aziendali che personali e sociali.

 

La tecnologia, da anni, rende possibile questa soluzione.

 

Certo, per molte mansioni lo smart working non è una soluzione praticabile (penso ad es. al campo della vendita al dettaglio o della produzione di beni materiali), ma per molte altre tipologie di servizi può essere un utile elemento da prendere in considerazione.

 

Sulla scia di quanto “di fatto” applicato in Fase 1 è possibile dare stabilità a questo strumento con l’adozione di regolamenti aziendali che, anche in forma sperimentale, diano certezza e ne adattino l’utilizzo secondo le effettive esigenze aziendali.

 

 

Scopri come aiutare la tua impresa ad affrontare la fase 2 

 

 

Consulta l'iniziativa di Cross Hub a supporto

 

degli imprenditori: Re.Act!

 

Nell’ambito di questa iniziativa organizziamo sessioni gratuite di “review strategica ed organizzativa” on line ed offriamo tra le diverse tematiche, anche un’ampia e pratica informativa su questa modalità di lavoro (smart working) e sulla sua estrema adattabilità alle esigenze di ogni Azienda.

Cosa aspetti? Prenota la tua sessione gratuita!

 Metteremo a tua disposizione le nostre competenze per aiutarti ad affrontare l’emergenza in corso.

 

* campi obbligatori

TAG CLOUD

operations innovazione covid-19 coronavirus finanza startup PMI andrà tutto bene innovazione tecnologica digital transformation prototipazione rapida pmi industria 4.0 io resto a casa innovation innovation manager digital internazionalizzazione business innovazione aziendale legge finanziaria 2020 compliance marketing big data business development impresa IoT piano impresa 4.0 controllo di gestione fase 2 economia smart working fintech system integration temporary management Al voucher innovation manager gestione aziendale sviluppo impresa crescita aziendale stampa 3d deliver to stock cloud dialogo uomo-macchina clausola salvaguardia digital marketing decreto rilancio development commissione di massimo scoperto criptovaluta conad concorrenzasleale contact tracing credito d'imposta contributo a fondo perduto comunicazione d'impresa dati covid come fare un business plan community decreto liquidità decreto cura Italia cloud computing bonus impresa GDPR Financial Controller ExtraMot Exponential Technologies H R Human Resources Industrial Controller Il controllo di gestione IP Management Ecommerce Digital Transformation Analisi di bilancio AR 3d printing Bankitalia CRM Credito d'Imposta Cloud CRM aziendale evoluto Iot Kaizen blockchain asset management andràtuttobene digitalizzazione business plan cash flow cambio valuta business plan startup analisi paese Strumento a complemento della finanza tradizionalenel segno dell’innovazione e della trasparenza Lean organization Lean manufacturing Lean Material Requirement Planning Rendiconto finanziario Salva banche Ricerca & Sviluppo Reverse Engineering cina formazione 4.0 realtà aumentata protezione dati personali project manager reverse engineering riduzione sprechi risk manager risk management rischio cambio processi operativi processi di gestione newfinance modello business minibond normativa open innovation privacy organizzazione aziendale opensource risorse finanziarie robotica avanzata tecnologie 4.0 tecnologia sviluppo business tecnologie verdi temporary manager vendita online trasformazione digitale tracciamento dati supporto imprese supply chain sicurezza dati shared innovation screening soft skill soft skill” strategia d'impresa sparring partner metodi organizzativi aziendali innovativi metodi formativi gdo freesource formazione a distanza gdpr gestione del credito gestione impresa gestione efficiente gestione del rischio voucher innovazione finanziamenti imprese emergenza coronavirus e-learning e-finance export fasi del risk management finanzalternativa finanza agevolata gestione personale gestione rischi investimenti green international market integrazione processi aziendali lavoro agile liquidità impresa mercati esteri maxi decreto make to order innovazione digitale industria digitale il ruolo dell'advisor grande distribuzione organizzata gestione risorse umane impresa 4.0 impresa digitale incentivi impresa incentivi economici digitalizzazione impresa
Iscriviti alla newsletter
Cross Hub Logo

Affiancare le imprese, enti ed istituzioni in tutti gli aspetti di natura strategica ed operativa attraverso la "mobilitazione integrata" (CROSS) di competenze ed esperienze (HUB) in risposta alle specifiche esigenze aziendali.

CONTACT INFO

 

SEDE LEGALE

Via dei Mille, 47

80121 - Napoli

 

SEDE OPERATIVA

Piazza Carità, 32 

80134 - Napoli

Tel. 081 0102554

 

P.IVA: 08060921213

info@crosshub.it

crosshub@b2bpec.it

Follow us