Back

Cloud: come beneficiarne senza compromettere la propria sicurezza.

Cloud, un termine oramai diffuso e conosciuto dal grande pubblico, ma sappiamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche?

Giovanni Prignano

Postato il: 23-Oct-2019

Con il termine “Cloud” si identificano tutte le risorse che non sono residenti nella struttura informatica dell’utente quali PC, Tablet, Smartphone .

Questi apparati dispongono di una CPU (processore) e di un supporto dove i dati vengono immagazzinati (Hard disk o simili)

 

Quando sul nostro PC installiamo un’applicazione, essa viene memorizzata sull’hard disk e la CPU fa “girare” il programma. I dati inseriti ed elaborati rimangono sull’hard disk locale.

 

I vantaggi di un’architettura di questo tipo sono innanzi tutto la velocità di accesso (i dati sono già dentro il PC), l’elevata disponibilità, perché se Internet non è disponibile, si può continuare ad accedervi, e una relativa sicurezza data dal possesso fisico del supporto dati.

 

Gli svantaggi sono relazionati ai vantaggi:

 

  • i dati sono nel PC che è in ufficio o a casa, quindi se vogliamo accedervi, dobbiamo essere di fronte al computer;
  • Se ci viene sottratto il computer, perdiamo i dati a meno che non siano stati effettuati backup con sufficiente frequenza e su supporti rimovibili;
  • La relativa sicurezza può diventare insicurezza perché se qualcuno ha accesso al PC, o lo sottrae, i dati sono compromessi.

 

Non tutte le attività hanno la stessa sensibilità verso questi aspetti: se i nostri dati non sono sensibili, la sicurezza e la privacy può diventare un fattore secondario, se abbiamo necessità di accedere da remoto ai dati, questo sarà l’aspetto dove l’utente dovrà dedicare maggiori risorse.

 

Questo appunto per specificare che le necessità non sono le stesse per tutti. Ma il Cloud può tornare utile alla stragrande maggioranza degli Utenti, se ben impiegato ed utilizzato.

 

Oggi, le offerte del “Cloud” non si limitano solo alla disponibilità di spazi dove scaricare dati ed accedervi in ogni dove: virtualmente si può spostare tutto sul Cloud limitando la presenza in locale di Pc con caratteristiche relativamente limitate e poco costosi, perché l’elaborazione sarà demandata ai potenti server dove far “girare” le nostre applicazioni e depositare i nostri dati.

 

Inizialmente il Cloud è stato utilizzato per esporre sull’Internet server web e/o applicazioni che necessitavano di accesso web. Poi si è passati al transito ed immagazzinamento dei dati con la miriade di app e risorse disponibili.

 

Oggi, con i costi limitati offerti dai Player del settore, risulta conveniente spostare anche applicativi che sino ad oggi si sono ritenuti essenziali nell’uso locale: Gestionali Aziendali, Applicativi di ogni genere, persino programmi televisivi.

 

Tralasciando applicazioni particolari, esaminiamo cosa oggi un imprenditore che gestisce una piccola/media impresa può sfruttare di questa tecnologia:

 

  • Spostare il proprio desktop sul cloud: “affittando” uno dei tanti servizi disponibili online, è possibile accedere al proprio desktop, dove installare le proprie applicazioni e programmi, ed accedervi da qualsiasi posto nel mondo;
  • Spostare il servizio telefonico: migrando sul VOIP sarà possibile dematerializzare centralini e servizi telefonici, oltretutto usufruendo di possibilità impossibili con la telefonia tradizionale;
  • Creare backup remoti: programmare copie dei propri dati e programmi sincronizzati periodicamente in modo da salvaguardare la propria attività da qualsiasi evento

 

Questo è solo un piccolo elenco non esaustivo: oltretutto le applicazioni spostate nel Cloud potranno essere interconnesse tra di loro: ad esempio il centralino telefonico può aggiornarsi con la rubrica aziendale in modo da far apparire il nome di chi chiama, creare procedure automatiche di chiamata e risposta, ecc. Con l’avvento dell’Internet delle Cose (IoT) infine, virtualmente sarà possibile far dialogare ogni cosa in modo da ottenere sinergie futuristiche.

 

Tutto bene quindi? No, ovviamente.

 

Il Cloud rappresenta un’opportunità formidabile per innovare la propria azienda, ma può causare problemi altrettanto importanti.

 

SICUREZZA:
Per quanto le società fornitrici del servizio dichiarino standard di sicurezza e privacy pressoché assolute, è bene non fidarsi del tutto. I dati risiedono fisicamente in sistemi remoti e se i vostri documenti richiedono privacy assoluta, scegliete provider che offrono la cifratura dei dati e sistemi di accesso monitorati. Meglio ancora, proteggete i documenti particolari con password complesse.

 

DISPONIBILITA’:

Tutto ciò che è in rete, prevede l’uso della stessa: se il vostro ufficio rimane senza connettività, non potrete accedere ai vostri servizi. Le soluzioni percorribili passano dal disporre di linee di backup senza filo, al non poter spostare applicazioni che richiedono disponibilità 24H senza eccezioni (casse di negozi e attività ad esempio) Come sempre va fatta una analisi corretta prima di avviare la migrazione.

 

ACCESSIBILITA’ A TERZI:

I vostri dipendenti potranno accedere ai dati. Se per qualche motivo cesserete il rapporto con loro, ricordate di modificare il loro accesso PRIMA della risoluzione contrattuale. E in ogni caso prevedere vari livelli di accessibilità per evitare che documenti riservati possano essere prelevati, magari da casa, da dipendenti o collaboratori non autorizzati.

 

Come per tutte le tecnologie quindi, è necessario informarsi bene per capire quali siano i reali vantaggi e svantaggi.

In questo una consulenza di un professionista può rappresentare la vera differenza tra chi si cimenta nell’innovare senza competenze e chi invece lo fa in maniera ponderata ed intelligente.

 

Vuoi avere maggiori informazioni sui servizi in grado di supportare l'innovazione digitale e tecnologica della tua impresa?

 
 
 
 
 

COMPILA IL FORM!

 * campi obbligatori

 

 
 

TAG CLOUD

operations innovazione covid-19 coronavirus finanza startup PMI andrà tutto bene innovazione tecnologica digital transformation prototipazione rapida pmi industria 4.0 io resto a casa innovation innovation manager digital internazionalizzazione business innovazione aziendale legge finanziaria 2020 compliance marketing big data business development impresa IoT piano impresa 4.0 controllo di gestione fase 2 economia smart working fintech system integration temporary management Al voucher innovation manager gestione aziendale sviluppo impresa crescita aziendale stampa 3d deliver to stock cloud dialogo uomo-macchina clausola salvaguardia digital marketing decreto rilancio development commissione di massimo scoperto criptovaluta conad concorrenzasleale contact tracing credito d'imposta contributo a fondo perduto comunicazione d'impresa dati covid come fare un business plan community decreto liquidità decreto cura Italia cloud computing bonus impresa GDPR Financial Controller ExtraMot Exponential Technologies H R Human Resources Industrial Controller Il controllo di gestione IP Management Ecommerce Digital Transformation Analisi di bilancio AR 3d printing Bankitalia CRM Credito d'Imposta Cloud CRM aziendale evoluto Iot Kaizen blockchain asset management andràtuttobene digitalizzazione business plan cash flow cambio valuta business plan startup analisi paese Strumento a complemento della finanza tradizionalenel segno dell’innovazione e della trasparenza Lean organization Lean manufacturing Lean Material Requirement Planning Rendiconto finanziario Salva banche Ricerca & Sviluppo Reverse Engineering cina formazione 4.0 realtà aumentata protezione dati personali project manager reverse engineering riduzione sprechi risk manager risk management rischio cambio processi operativi processi di gestione newfinance modello business minibond normativa open innovation privacy organizzazione aziendale opensource risorse finanziarie robotica avanzata tecnologie 4.0 tecnologia sviluppo business tecnologie verdi temporary manager vendita online trasformazione digitale tracciamento dati supporto imprese supply chain sicurezza dati shared innovation screening soft skill soft skill” strategia d'impresa sparring partner metodi organizzativi aziendali innovativi metodi formativi gdo freesource formazione a distanza gdpr gestione del credito gestione impresa gestione efficiente gestione del rischio voucher innovazione finanziamenti imprese emergenza coronavirus e-learning e-finance export fasi del risk management finanzalternativa finanza agevolata gestione personale gestione rischi investimenti green international market integrazione processi aziendali lavoro agile liquidità impresa mercati esteri maxi decreto make to order innovazione digitale industria digitale il ruolo dell'advisor grande distribuzione organizzata gestione risorse umane impresa 4.0 impresa digitale incentivi impresa incentivi economici digitalizzazione impresa
Iscriviti alla newsletter
Cross Hub Logo

Affiancare le imprese, enti ed istituzioni in tutti gli aspetti di natura strategica ed operativa attraverso la "mobilitazione integrata" (CROSS) di competenze ed esperienze (HUB) in risposta alle specifiche esigenze aziendali.

CONTACT INFO

 

SEDE LEGALE

Via dei Mille, 47

80121 - Napoli

 

SEDE OPERATIVA

Piazza Carità, 32 

80134 - Napoli

Tel. 081 0102554

 

P.IVA: 08060921213

info@crosshub.it

crosshub@b2bpec.it

Follow us