Back digital trasformation - cross hub

Digital non è solo technical

Trasformazione digitale: l'equilibrio fra soft skills e conoscenze digitali

Ugo Marrone

Postato il: 20-Feb-2019

Il mondo ha accettato e sta correndo sulle ali del digital. Anche nella terminologia comune digital è segno di nuovo e di progresso.

 

Ma quante volte nella modernità del digital riscontriamo il disagio di chi deve acquisire tecniche ed abilità nuove che spesso non sono intuitive? Quanto spesso il digital ci trasmette il senso di inadeguatezza e di disagio di chi non sa dove dirigere il mouse, di chi non capisce il senso di un’istruzione o di un pop up scritto male?

 

Il fascino vintage del mondo analogico è, a volte, irresistibile. Ma chi farebbe a meno di Internet, dei portali di accesso alle banche digitali, chi lascerebbe a casa il “telefonino”, chi farebbe a meno del navigatore? Nessuno, è ovvio.

Eppure, la strada del digitale risulta antipatica e difficile perlomeno per coloro che hanno vissuto il passaggio dall’analogico al digitale.

I “digital native” non hanno problemi, i “pre-digital” si. Quello che è “intuitivo” per i più giovani non lo è per i più maturi.

 

Dov’è il baco? Perché c’è un confine impercettibile eppure divisivo?

Il Digital ha prodotto una capillare diffusione degli strumenti informatici. Quante sono al mondo le interfacce utenti?Quanti eserciti di users adoperano i portali ed i prodotti digitali? Con quanti display e touch screen “litighiamo” in metro o in banca?

 

Come tutti i prodotti, anche il digitale sconta al momento della consegna all’utente finale, tutte le mancanze che hanno afflitto la sua elaborazione nel corso delle fasi disviluppo.

 

Certo, tante volte arrivano all’utente finale prodotti scadenti anche nella loro costituzione tecnica.

Ma il prodotto è buono, è “user friendly”, quando insieme alla buona struttura tecnica è stato accompagnato nel suo sviluppo da qualcosa in più che non sia l’arida “competenza tecnica”.

Quell’App si distingue ed è migliore dell’altra perché in una schermata ti fa capire tutte le informazioni che cerchi.

 

Ed allora? Allora è chiaro che “digital” non può essere solo “technical”!

 

  • Deve essere comunicativo;
  • deve saper esprimere una visione di sistema;
  • deve avere originalità ed equilibrio nel proporre le soluzioni all’utente (a volte sprovveduto);
  • deve dimostrare flessibilità, se non anche “perdono” ed “indulgenza” per quelli che non sanno quale comando premere.

 

Tutto ciò è raggiungibile se lungo il processo di sviluppo i tecnici “hanno” ed “hanno saputo esprimere” le proprie competenze trasversali. Le “soft skills” orientano le scelte, mettono il cliente al centro del progetto di sviluppo del prodotto, prevedono le sue incertezze, guidano le sue azioni, rassicurano le sue percezioni.

 

Quante volte ci sembra evidente al “primo click” che, nel suo sviluppo, un prodotto informatico sia stato semplicemente adagiato sugli stessi passi del processo cartaceo che ha l’ambizione di sostituire? Quante volte non si fa altro che trasferire sul digitale lo stesso tanfo di burocrazia dei modelli cartacei?

 

Le soft skill applicate allo sviluppo del digitale fanno la differenza tra prodotti appena tollerati e prodotti attraenti, user friendly, consigliati, rivoluzionari.

 

Le soft skill producono valore, facilitano l’utilizzo e la diffusione dei buoni prodotti digitali: il loro contributo si riconosce subito quando un “click” ti facilita la vita e, d’un tratto … ti si illuminano gli occhi.

Non perdere gli ultimi articoli!

Inserisci la tua email 

TAG CLOUD

operations innovazione startup finanza PMI business industria 4.0 digital transformation innovation digital prototipazione rapida internazionalizzazione pmi innovazione tecnologica innovazione aziendale big data IoT compliance fintech system integration temporary management Al clausola salvaguardia development cambio valuta dialogo uomo-macchina business plan startup deliver to stock dati concorrenzasleale commissione di massimo scoperto community conad come fare un business plan cloud computing criptovaluta crescita aziendale cloud comunicazione d'impresa asset management GDPR ExtraMot H R Human Resources IP Management Exponential Technologies Digital Transformation Bankitalia AR CRM CRM aziendale evoluto Cloud Il controllo di gestione Iot analisi paese Strumento a complemento della finanza tradizionalenel segno dell’innovazione e della trasparenza digitalizzazione impresa blockchain business development Salva banche Reverse Engineering Lean Kaizen Lean manufacturing Lean organization Material Requirement Planning business plan freesource riduzione sprechi realtà aumentata rischio cambio risk management risk manager project manager processi operativi newfinance modello business normativa opensource processi di gestione robotica avanzata screening tecnologie 4.0 tecnologia tecnologie verdi trasformazione digitale voucher innovation manager strategia d'impresa stampa 3d sicurezza dati soft skill soft skill” sparring partner minibond metodi organizzativi aziendali innovativi gestione del rischio gestione del credito gestione efficiente gestione impresa gestione rischi gestione aziendale gdo fasi del risk management e-learning finanzalternativa formazione a distanza voucher innovazione gestione risorse umane grande distribuzione organizzata make to order investimenti green marketing mercati esteri metodi formativi integrazione processi aziendali innovation manager il ruolo dell'advisor impresa impresa digitale industria digitale e-finance
Iscriviti alla newsletter
Cross Hub Logo

Affiancare le imprese, enti ed istituzioni in tutti gli aspetti di natura strategica ed operativa attraverso la "mobilitazione integrata" (CROSS) di competenze ed esperienze (HUB) in risposta alle specifiche esigenze aziendali.

CONTACT INFO

 

SEDE LEGALE

Via dei Mille, 47

80121 - Napoli

 

SEDE OPERATIVA

Piazza Carità, 32 

80134 - Napoli

Tel. 081 0102554

 

info@crosshub.it

crosshub@b2bpec.it

Follow us